»
Newsletter »
   HOME       BIOGRAFIA       I MIEI INTERVENTI       ARCHIVIO NEWS       COMUNICATI STAMPA       DOCUMENTI       CONTI IN TASCA       RESOCONTO DI MANDATO       CONTATTI   


BIOTESTAMENTO, CONCLUSE VOTAZIONI IN COMMISSIONE. DAL 27 IN AULA CAMERA
17 febbraio 2017

 

DIVERSE MODIFICHE APPORTATE ALL'ARTICOLO SULLE DAT

La commissione Affari sociali della Camera, nel corso di una seduta notturna terminata alle 22,30, ha concluso l'esame degli emendamenti alla proposta di legge sul testamento biologico. Adesso il testo, prima di ricevere il via libera e passare in aula, dovrà ricevere i pareri delle altre commissioni competenti. Il provvedimento avrebbe dovuto approdare in aula lunedì prossimo ma ieri il presidente Mario Marizziti ha preannunciato che richiederà uno slittamento di una settimana. In queste ultime tre settimane il dibattito in commissione è stato caratterizzato da un esame molto lento a causa, soprattutto, dell'opposizione dei centristi e della Lega che a inizio gennaio hanno presentato quasi 2500 emendamenti. Con la riduzione a 288 emendamenti l'esame è potuto entrare nel vivo. In particolare, agli articoli 1 e 2, sono stati inseriti dei richiami al divieto di eutanasia e alla tutela della vita. È stato specificato che "il paziente non può esigere trattamenti sanitari contrari a norme di legge, alla deontologia professionale o alle buone pratiche clinico-assistenziali". Inalterata, dopo un lungo dibattito in commissione, la parte che permette al paziente di rinunciare anche alla idratazione e alla nutrizione artificiale. Non sono molte invece le modifiche approvate ieri sera. Le principali riguardano l'articolo 3, quello sulle Disposizioni anticipate di trattamento (Dat), che è stato interamente sostituito da un emendamento Pd riformulato dalla relatrice Donata Lenzi (Pd). Viene specificato che "nel caso in cui le Dat non contengano l'indicazione del fiduciario o questi vi abbia rinunciato o sia deceduto, le Dat mantengono valore in merito alle convinzioni e preferenze del disponente". Lo stesso emendamento prevede che "in caso di necessità, il giudice tutelare provvede alla nomina di un fiduciario o investe di tali compiti l'amministratore di sostegno, ascoltando nel procedimento il coniuge o la parte dell'unione civile o, in mancanza, i figli, o, in mancanza, gli ascendenti".






TAGS:
biotestamento |  fine vita | 




Lista completa »

TAGCLOUD
donne emilia-romagna parità di genere legge di stabilità festa. unità elezioni università Bersani decreto sanità bologna salute welfare legge di stabiità attività parlamentare terzo settore esodati pensioni sanità affari sociali


AGENDA
07 agosto 2017
Casalecchio Festa Unit Piazza del Popolo: Donne e lavoro: violenze da fermare e diritti da acquisire
02 agosto 2017
Anniversario della strage alla Stazione di Bologna
13 luglio 2017
Testamento Biologico: perch una legge sul fine vita.

Archivio appuntamenti »

VIDEO



LINK
Camera dei deputati
www.camera.it
Partito Democratico
beta.partitodemocratico.it
Partito Democratico - Emilia Romagna
www.pder.it
Partito Democratico - Iscriviti al PD
www.pdbologna.org

Copyright Donata Lenzi - C.F. LNZDNT56H69A944X - Privacy policy - site by Antherica srl