»
Newsletter »
   HOME       BIOGRAFIA       I MIEI INTERVENTI       ARCHIVIO NEWS       COMUNICATI STAMPA       DOCUMENTI       CONTI IN TASCA       RESOCONTO DI MANDATO       CONTATTI   


Aggiornamenti sul biotestamento e sulle leggi approvate - NEWSLETTER
20 marzo 2017

 
Mentre le nostre forze si concentrano sul congresso, il lavoro parlamentare va avanti:

Biotestamento

Lunedì 13 marzo il testo è finalmente arrivato alla Camera. Grande scandalo ha provocato l’Aula vuota. Non vi nascondo che mi è dispiaciuto, ma ricordo a tutti che durante la discussione generale gli interventi sono programmati e di solito è presente solo chi deve intervenire. Ricordo anche che la seduta è sempre trasmessa sul canale you tube della Camera e su Sky 524.

Giovedì 15 sono state respinte le due questioni pregiudiziali di incostituzionalità presentate da Lega e Udc (ora si chiama AP) e le 4 proposte di sospensiva. Alla prima votazione sono stati 295 i voti contrari alle pregiudiziali di incostituzionalità e solo 19 quelli favorevoli, il che fa ben sperare per il futuro andamento.

Il video della mia relazione introduttiva, cliccando QUI

Il resoconto della relazione completa, QUI

 

Nuove Leggi molto attese

E' stata pubblicata sulla gazzetta ufficiale con il numero 24 la nuova legge su "Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita, nonché in materia di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie", approvata dal Parlamento il 28 febbraio scorso.

Una legge attesa da tre legislature e il cui percorso è iniziato alla Camera nel 2013. Riforma profondamente il regime della responsabilità civile e penale nel settore sanitario e sarà oggetto di molto studio e di giurisprudenza. Ci ha guidato la convinzione che la responsabilità del medico e dell’operatore sanitario che hanno a che fare con il corpo umano non possa essere posta sullo stesso livello - per conoscenze e prevedibilità - a quelle, per esempio, dell’ingegnere che ha progettato la casa. Da qui un diverso regime che limita la responsabilità penale per colpa nel caso di imperizia se si è seguito le linee guida e che modifica la responsabilità civile riportandola alla responsabilità extracontrattuale, mentre rimane contrattuale quella dell'azienda sanitaria. La spinta all’intervento è venuta dal proliferare di cause molto spesso con esiti negativi, ma che comunque provocano allarme e rendono difficile lavorare, oltre a favorire l’espandersi della medicina difensiva. Dal lato del paziente, onde dare garanzie di risarcimento, c’è l’obbligo di assicurarsi per tutti gli operatori e la costituzione di un fondo nazionale di garanzia. Consta di 18 articoli e c’è ovviamente molto di più, rinvio quindi al materiale illustrativo elaborato dal gruppo Pd QUI

 

E’ stata definitivamente approvata la legge delega al governo per l’introduzione nel nostro Paese di una misura universale di lotta alla povertà. Si chiamerà “reddito di inclusione” e si rivolgerà nella prima fase di applicazione a tutte le famiglie con redditi Isee sotto i 3000 euro e con minori o famigliari con disabilità o disoccupati ultra 55 anni.

Si conta così di venire incontro alle esigenze di circa un quarto della platea di un milione e mezzo di famiglie in condizione di povertà. Sono stati stanziati 600 milioni per il 2016, 1 miliardo e 3 milioni per il 2017 e si arriverà a 2 miliardi nel 2018.

Sono le cifre più alte mai stanziate per una misura di lotta contro la povertà, ne siamo orgogliosi. C’è chi dice “non basta”, è vero ma mi sembra che non si apprezzi lo sforzo!

 

Quanto abbiamo fatto

Con queste due leggi arriviamo a sei leggi importanti e complesse portate a termine nella legislatura dalla mia Commissione XII (ovviamente insieme alla commissione Sanità del Senato e alla commissione Lavoro del Senato, dove non c’è una commissione Affari sociali). Non ricordo un'altra legislatura così produttiva.

Ve le elenco:

  • LEGGE sull’autismo 18 agosto 2015, n. 134 “Disposizioni in materia di diagnosi, cura e abilitazione delle persone con disturbi dello spettro autistico e di assistenza alle famiglie”.

  • LEGGE di riforma del terzo settore 6 giugno 2016, n. 106 “Delega al Governo per la riforma del Terzo settore, dell'impresa sociale e per la disciplina del servizio civile universale”.

  • LEGGE sul “dopo di noi” 22 giugno 2016, n. 112, “Disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno famigliare

  • LEGGE per la lotta allo spreco alimentare 19 agosto 2016, n. 166 “Disposizioni concernenti la donazione e la distribuzione di prodotti alimentari e farmaceutici a fini di solidarietà sociale e per la limitazione degli sprechi”

Non è della mia commissione ma ha lo stesso filo conduttore la legge del 18 agosto 2015, n. 141 “Disposizioni in materia di agricoltura sociale”.

 

Solo due leggi sono di iniziativa governativa (riforma del terzo settore e legge delega sulla povertà), ma nessuna avrebbe potuto arrivare alla fine se il governo fosse stato contrario e non avesse dimostrato attenzione ai temi sociali!

 

Fondi sociali

Una delle nostre battaglie è stata dare stabilità ai finanziamenti del sociale, in particolare ai fondi per la non autosufficienza e al fondo sociale che fino allo scorso anno erano annuali. Pensavamo di aver vinto quando quest’anno i due fondi sono stati portati a 450 milioni (poi alzati a a 500) quello sulla non autosufficienza e a 311 il fondo sociale con stanziamenti triennali.

Poi però in sede di confronto con il governo, a fronte di un taglio di 3,9 miliardi, le regioni hanno proposto di rinunciare ad alcuni trasferimenti tra i quali 50 milioni per la non autosufficienza e 200 del fondo sociale. Abbiamo reagito con forza, interrogazioni e ordini del giorno e l'altro ieri si è aperta una trattativa tra regioni e governo per trovare una diversa soluzione. Quello che dobbiamo fare ora è un ragionamento complessivo sul finanziamento alle regioni o questo gioco delle tre carte continuerà ancora.

 

Ieri è arrivata la notizia della pubblicazione sulla gazzetta ufficiale dei nuovi Lea, i livelli essenziali di assistenza. Si attendevano da dieci anni!

Penso si possa dire che forse non abbiamo inventato nulla, ma abbiamo portato a termine ciò che era stato lasciato incompiuto. E non è poco.




TAGS:
biotestameno |  camera | 




Lista completa »

TAGCLOUD
bologna università decreto sanità welfare Bersani salute pensioni parità di genere sanità affari sociali festa. unità esodati attività parlamentare elezioni donne legge di stabiità legge di stabilità terzo settore emilia-romagna


AGENDA
16 ottobre 2017
PIU' DIRITTI PER UNA SOCIETA' PIU' GIUSTA
14 ottobre 2017
Testamento biologico. BOLOGNA
07 ottobre 2017
Fine vita. IVREA (TO)

Archivio appuntamenti »

VIDEO



LINK
Camera dei deputati
www.camera.it
Partito Democratico
beta.partitodemocratico.it
Partito Democratico - Emilia Romagna
www.pder.it
Partito Democratico - Iscriviti al PD
www.pdbologna.org

Copyright Donata Lenzi - C.F. LNZDNT56H69A944X - Privacy policy - site by Antherica srl